Perimed Italia Srl                                                                                                                                                                                                                                       

Via G. Matteotti 10/8

20012 Cuggiono  MI

 tel. 02 97249124

 fax 02 97249845 

e-mail: mail@perimed.it

Skype: PERITALIA Part. Iva 09962670155

 

 

SITO DISMESSO-CLICCARE QUI PER ACCEDERE AL NUOVO SITO

 

 

 

Distribuzione per l’Italia:

TONOMETRO PULSEPEN DIATECNE PER PWV E ANALISI DELL’ONDA PRESSORIA CENTRALE IN MODO NON INVASIVO

 

VIDEOCAPILLAROSCOPIO AD ALTA DEFINIZIONE

 

CONGRESSI

 

WORLD UNION OF WOUND HEALING SOCIETIES

 

SOCIETA’ ITALIANA IPERTENSIONE

 

 

5° Congresso Nazionale del Gruppo di Studio della Podopatia Diabetica – Implementazioni delle linee guida internazionali sul piede diabetico – Pistoia, 13 – 15 ottobre 2016

SOCIETA’ ITALIANA DI CHIRURGIA VASCOLARE ED ENDOVASCOLARE

 

 

 

AVVERTENZA

IN QUESTO SITO VENGONO DESCRITTE APPARECCHIATURE ELETTROMEDICALI E METODICHE MEDICHE (AD ESEMPIO OSSIMETRIA TRANSCUTANEA, LASER DOPPLER, PRESSIONE ALL’ALLUCE) A FINI INFORMATIVI PER GLI OPERATORI DEL SETTORE, E NON PER UN PUBBLICO GENERICO.                                                     

Ossimetria transcutanea - Monitoraggio lembi - riflesso veno-arteriolare - pressione alluce e TBI - studio lesioni cutanee

IL NUOVO PERIFLUX 6000: L’OSSIMETRIA TRANSCUTANEA IN MODO SEMPLICE, GUIDATO, DOCUMENTATO, MODULARE.

Il piede diabetico è una grave complicanza del diabete che riduce la funzionalità del piede a causa di neuropatia o arteriopatia, che determinano una situazione ischemica. L’ossimetria transcutanea (tcpO2) è un esame che consente di valutare la quantità di ossigeno traportata dal sangue e ceduta dai capillari ai tessuti, fornendo ai medici indispensabili indicazioni prognostiche e terapeutiche. Con il nuovo PeriFlux 6000 questo esame è semplificato ed ottimizzato. Da Giugno 2015 saranno disponibili nuovi moduli per pressione sistolica all’alluce e studio della funzionalità microcircolatoria.

Scarica il depliant

Distribuzione per l’Italia: TONOMETRO PULSEPEN DIATECNE PER PWV E ALTRI PARAMETRI PRESSORI CENTRALI

 

Indagine di mercato per possibile espansione – specialista commerciale-applicativo

 

CHI SIAMO

Il gruppo Perimed produce e distribuisce da circa 30 anni apparecchiature innovative per lo studio di perfusione ed ossigenazione tissutale, destinate sia alla clinica che alla ricerca. Queste apparecchiature sono utilizzate in vari campi della medicina (chirurgia plastica e maxillo facciale, ustioni, angiologia e chirurgia vascolare, neurochirurgia e neurologia, diabetologia, terapia intensiva, iperbarica, reumatologia, trapianti, gastroenterologia, dermatologia). In Italia è operativa dal 1990 la filiale Perimed Italia Srl, con sede a Cuggiono, nel parco del Ticino, non lontano dal controverso aeroporto di Malpensa.

I nostri prodotti

PeriFlux Sistema 6000 Nuovo ossimetro transcutaneo multicanale, con database interno, protocolli d’esame impostabili, calcoli, referti personalizzabili, inserimento di foto (materiale pubblicitario per ora disponibile solo in lingua inglese).

PeriFlux Sistema 5000,- Vascular Lab: può registrare contemporaneamente tracciati dinamici di flusso microcircolatorio, di ossimetria e carbossimetria transcutanea (tcpO2 e tcpCO2 ), di temperatura, e consente di misurare con precisione la pressione sistolica dell’alluce (o di altre dita del piede o della mano) per il calcolo dell’indice pressorio alluce-braccio (TBI). Viene inoltre utilizzato per il monitoraggio della perfusione dei lembi microchirurgici.

PeriScan PIM 3 laser Doppler imager che fornisce immagini statiche della perfusione tissutale. 

PeriCam PSI laser speckle imager  che genera veri e propri filmati di perfusione tissutale   (video su YouTube per applicazione su ulcera cutanea)

In queste pagine si può approfondire la conoscenza di queste apparecchiature e si trovano alcuni riferimenti bibliografici.

La riproduzione di parti di questo sito è consentita dopo semplice richiesta a Perimed Italia

 

ALCUNI ARGOMENTI:

·         Presentazione sulle  linee-guida nell’arteriopatia periferica ostruttiva (PAD) e nell’ ischemia critica arto inferiore (CLI)

·         Materiale di consumo per transcutaneo

·        Note applicative sullo studio della funzionalità endoteliale con laser Doppler

·        Mercato dell’usato: ATTUALMENTE NESSUNA DISPONIBILITA’. Contattarci per aggiornamenti

·        Richieste per prova senza impegno di pressione all’alluce

·        Richieste per prova senza impegno del laser imager

  

 

 

A sinistra : Periflux Sistema 5000 completo su carrello, con notebook e trasformatore di isolamento.

A destra:  PeriScan PIM3 impiegato su una ustione e su una parziale amputazione 

 

   Impresa e ambiente

In Perimed Italia siamo da sempre particolarmente attenti alla tutela dell’ambiente e crediamo nello sviluppo equo e sostenibile. Pratichiamo con doveroso scrupolo la raccolta differenziata, cerchiamo di ridurre la produzione dei rifiuti ottimizzando e riutilizzando gli imballaggi, e mettiamo in atto  diversi accorgimenti finalizzati alla riduzione dei consumi ed al miglioramento dell’efficienza dell’energia impiegata. 

Commenti sulle misurazioni di pressione alla caviglia e all’alluce 

Parole chiave: flussimetria laser Doppler , pO2 transcutanea , tcpO2 , tcpCO2, microcircolazione e microcircolo , perfusione cutanea , pressione all’alluce ,  funzionalità microcircolatoria , Raynaud, iperbarica, guarigione delle ulcere cutanee , diabete , patologia vascolare , prognosi , test sul neurovegetativo, perfusione cerebrale, monitoraggio dei lembi

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando si intende avere un’approccio scientifico al fenomeno della guarigione di una ferita difficile, la documentazione strumentale è essenziale.

La tecnologia più frequentemente utilizzata a questo scopo è l’ossimetria transcutanea (video esplicativo su YouTube).

Per studi più avanzati, l’ossimetria transcutanea (o tcpO2) viene combinata con una valutazione della funzionalità micro circolatoria con laser Doppler (video YouTube su laser Doppler)

L’apparecchiatura più sofisticata attualmente disponibile per la valutazione clinica della perfusione tissutale è il laser speckle imager (PeriCam PSI) che fornisce mappe e filmati da cui si evince la distribuzione della perfusione ematica e le dimensioni delle aree con differente perfusione, con le loro variazioni nel tempo. Qui è visibile un brevissimo filmato con un’ischemia-riperfusione di un ulcera perimalleolare.  E’ interessante osservare che nella fase di iperemia compare un’area con effetto-paradosso di ipoperfusione. La comprensione di eventi come questo dovrebbe aiutare a capire e documentare meglio il processo di guarigione delle ferite.

 

Alcune considerazioni sull’affidabilità della misurazione dell’ABI

 

Come è ben noto, la misurazione dell’indice pressorio caviglia-braccio (ABI: Ankle-Brachial index o indice di Winsor come viene frequentemente chiamato in Italia) può essere problematica in particolare nei pazienti con mediocalcinosi, a causa della ridotta comprimibilità dell’arteria indagata. La presenza delle calcificazioni è evidente quando la Pressione alla caviglia risulta falsamente superiore a quella del braccio in modo rilevante (e di conseguenza l’ABI può essere superiore a 1,3).

Ma cosa accade quando il livello di calcificazione è tale da ridurre la comprimibilità dell’arteria, ma non sino ai livelli pressori considerati inattendibili dalla letteratura e dalle linee guida? Ipotizziamo ad esempio che la pressione sistolica ematica reale nella tibiale posteriore sia di 50 mmHg e di 60 mmHg nella pedidia, e che a causa di parziali calcificazioni la sua rilevazione con Doppler indichi 100 mmHg sulla tibiale e 110 mmHg sulla pedidia. Con una pressione sistolica al braccio di 140 mmHg, l’ABI risulta essere 0,71 e 0.78, mentre in realtà è inferiore a 0,5.  La differenza tra gli indici pressori è quella tra arteriopatia moderata e arteriopatia severa. Le “sfumature” di errore possono coprire gran parte della gamma delle possibili diagnosi, dall’ischemia severa alla normalità, ma nel caso il paziente non abbia una sintomatologia conclamata, potrebbero ritardare ulteriori indagini diagnostiche aggravando il quadro clinico.

Le calcificazioni arteriose che inficiano in modo evidente la corretta rilevazione dell’indice pressorio caviglia-braccio sarebbero presenti nel 20-30% dei pazienti diabetici. Ma in quale percentuale di pazienti le calcificazioni sono presenti anche se in modo non così macroscopicamente evidente? Non è di conseguenza opportuno, anche in fase di screening, abbandonare l’ABI (probabilmente inattendibile almeno nel 50% dei casi, se  questa teoria è corretta) e misurare direttamente la pressione all’alluce con laser Doppler (l’unico sistema validato a questo scopo) e  l’ ossimetria transcutanea? Il laser Doppler ha costi piuttosto elevati, ma qual è il costo reale e sociale del tempo perso in esami che non sono più “allo stato dell’arte”, o di una diagnosi incompleta o ritardata?

 

Achille Moneta

 

Altre notizie sulla pressione all’alluce

 

 Dalle linee guida TASC II

 

D2.4.2 Tipi di ulcere (diabetiche) e loro aspetto

Le ulcere sul piede diabetico possono essere divise in tre categorie: ischemiche, neuroischemiche e neuropatiche. (…). Sebbene la maggior parte delle ulcere diabetiche sia di tipo neuropatico,  in tutte le ulcere si deve escludere la componente ischemica, in ragione del suo grande impatto sulla possibilità di guarigione. (…). Un aumento del flusso ematico dagli shunt arterovenosi, dovuto alla neuropatia autonomia, può provocare un riscaldamento del piede che rassicura falsamente il medico. Il medico dovrebbe essere a conoscenza della relativa incomprimibilità a causa di calcificazione delle arterie distali nei diabetici, che potrebbe far apparire l’indice ABI nella norma.

In virtù della possibilità di un indice ABI falsamente elevato, l’importanza delle pressioni all’alluce  e delle misurazioni di tcpO2 non deve essere sottostimata. (…). Alcuni pazienti presentano chiari segni di ischemia critica – ad esempio una pressione all’alluce o una tcpO2 inferiori a 30 mmHg, mentre in altri la perfusione è alterata in misura minore – ad esempio con pressione all’alluce di 30-70 mmHg – ma comunque le loro lesioni ai piedi non guariscono (…)

D3.1 microcircolazione cutanea nell’ischemia critica

La microcircolazione cutanea è particolare sotto molti aspetti, e soprattutto si osserva che il flusso nutrizionale capillare rappresenta solo circa il 15% del flusso ematico totale normale nel piede, mentre la parte restante ha solo funzione dei termoregolazione. I pazienti con ischemia critica sviluppano problemi microcircolatori,  tra cui una disfunzione endoteliale, una alterata emoreologia una attivazione leucocitaria ed infiammazione. La funzione normale della microcircolazione cutanea può essere considerata sotto due aspetti: un complesso sistema di regolazione del flusso microvascolare e una serie di meccanismi di difesa. Il sistema di regolazione del flusso microvascolare comprende meccanismi neurogeni estrinseci, mediatori intrinseci locali e modulazioni da fattori ormonali e di composizione ematica.  Anche l’endotelio partecipa alla regolazione del flusso tramite il rilascio  di mediatori della vasodilatazione come la prostacicilina e l’ossido nitrico e diversi fattori di contrazione endotelio.derivati come l’endotelina. In aggiunta al sistema microvascolare di regolazione del flusso, ci sono diversi meccanismi microvascolari di difesa. Nella CLI, c’è una maldistribuzione della microcircolazione cutanea in aggiunta ad una riduzione del flusso ematico totale. L’importanza della risposta microcircolatoria locale in singoli pazienti con CLI viene suggerita dall’ampia sovrapposizione dei valori pressori alla caviglia e all’alluce, che valutano il macrocircolo, in pazienti con e senza ischemia critica. Studi capillaroscopici hanno confermato una distribuzione microcircolatoria cutanea eterogenea. Questo è inoltre associato a bassi valori di tcpO2.

In conclusione, sebbene l’arteriopatia periferica sia il principale problema dietro all’ischemia critica, i bassi valori di pressione di perfusione comportano una varietà di complesse risposte microcircolatorie locali, che possono contribuire al dolore a riposo e a modifiche trofiche.

Molti di questi processi possono essere visti come una risposta inappropriata del meccanismo di regolazione del flusso microcircolatorio  e dei suoi normali meccanismi di difesa. Di conseguenza, sebbene il fine principale del trattamento  debba essere la correzione della arteriopatia periferica, i tentativi di modificare e normalizzare farmacologicamente le risposte microcircolatorie può migliorare i risultati della rivascolarizzazione è può rappresentare un’opzione nei pazienti nei quali la rivascolarizzazione non è possibile oppure non è riuscita.

D1 Ischemia critica

Estratto

Recommendation 16. Clinical definition of critical

limb ischemia (CLI)

_ The term critical limb ischemia should be used

for all patients with chronic ischemic rest pain,

ulcers or gangrene attributable to objectively

proven arterial occlusive disease. The term

CLI implies chronicity and is to be distinguished

from acute limb ischemia [C].

The diagnosis of CLI should be confirmed by the

ankle-brachial index (ABI), toe systolic pressure or

transcutaneous oxygen tension. Ischemic rest pain

most commonly occurs below an ankle pressure of

50 mmHg or a toe pressure less than 30 mmHg. Other

causes of pain at rest should, therefore, be considered

in a patient with an ankle pressure above 50 mmHg,

although CLI could be the cause.

D2.4

Increased arteriovenous shunt blood flow, due to

autonomic neuropathy, can result in a relatively

warm foot, falsely reassuring the clinician. The clinician

should be aware of the relative incompressibility

of calcified distal arteries in a diabetic, such that the

ABI may be within normal limits. Due to the possibility

of a falsely elevated ABI, the importance of toe

pressures and tcPO2 measurements cannot be underestimated

(see Section D5). Some patients have clear

signs of critical limb ischemia e for example a toe or

tcPO2 pressure <30 mmHg e while in others the

blood flow is impaired to a lesser degree e for example

toe pressures between 30e70 mmHg e but they

are still unable to heal foot lesions.

G1.3 Toe pressures and the toe-brachial index

Patients with long-standing diabetes, renal failure and

other disorders resulting in vascular calcification can

develop incompressible tibial arteries, which cause

falsely high systolic pressures. Non-compressible

measurements are defined as a very elevated ankle

pressure (e.g. _250 mmHg) or ankle-brachial index

(ABI) >1.40. In this situation, measurement of toe

pressures provides an accurate measurement of distal

limb systolic pressures in vessels that do not typically

become non-compressible. A special small occlusion

cuff is used proximally on the first or second toe

with a flow sensor, such as that used for digital plethysmography.

The toe pressure is normally approximately

30 mmHg less than the ankle pressure and

an abnormal toe-brachial index (TBI) is <0.70. The

measurement of toe pressures requires a non-invasive

vascular laboratory with standard environmental conditions,

expertise and equipment necessary to make

the measurement. False positive results with the TBI

are unusual. The main limitation in patients with diabetes

is that it may be impossible to measure toe pressure

in the first and second toes due to inflammatory

lesions, ulceration, or loss of tissue.

D5.2

Investigations

Toe pressures _ should include toe pressures in

diabetic patients (critical level <50 mmHg)

The PulsePen is an accurate method for estimating central aortic pressure and pressure waveforms by means of applanation tonometry.

"... why do we measure intraocular pressure by means of non-invasive techniques, while we still employ invasive devices, such as catheters, to assess blood pressure?"
This is likely to be the issue faced by those researchers who, at the beginning of the sixties, carried out the first studies involving the use of tonometry for the measurement of intra-arterial pressure.
Since then, many studies have been successfully conducted to validate this method. They showed how pressure values and blood pressure curve recorded by means of this non-invasive technology can be easily compared to those recorded by an invasive procedure, i.e. transcutaneous tonometry.
This kind of examination, extremely easy to perform, allows to assess with a non-invasive technique the sites in which the artery, being more superficial, can be pressed down against any underlying structures. Among these sites, suffice it to mention the carotid artery, brachial artery, radial artery, femoral artery, dorsalis pedis artery, posterior tibial artery, etc.

Pulse Wave Velocity, Velocità onda di polso, Augmentation index, arterial stiffness, aortic stiffness, rigidità aortic, rigidità arteriosa, sphygmocor, complior, CAVI, vicoder, arteriograph, sistemi ad aria, pletismografici, tonometrici: quale sistema scegliere? Per fare la scelta corretta bisogna anzitutto conoscere…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il sistema Dopplex Vascular Assist per la pressione all’alluce (toe pressure) e ABPI, utilizza un sensore PPG ed Prodotto dalla Huntleigh.

Il laser Doppler resta il sistema più accurato per la precisa rilevazione della pressione sistolica all’alluce, soprattutto quando il valore pressorio è borderline.

For Flaps Monitoring, somebody has been using the LEA laser Doppler O2C system, including Hb and temperature monitoring. This system does not have alarms and uses a high laser power class 3 B which makes the use too much complicated in the clinical environment. We think therefore the the Periflux is the most appropriate technique for flaps viability monitoring. Moreover it’s much more compact, easy to use and simple to interprete, and everything at a tower price, moreover with no consumables.

ViOptix measures the so called “ stO2 “, assuming that the read values reflect the tissue viability.

Sensors are disposable, very expensive and cumbersome. The instrument is compact and “sexy”, but apparently without storage capability and easy way to recall traces for better understanding.  According to some users, the values displayed are not always reliable.

 Micro surgical flaps monitoring using implantable Scwhartz Cook probes around the anastomosis is not a real monitoring device, it is not useful (if placed around the artery) for a venous problem and it doesn not have recordings or alarms,

Congresso CORTE Roma 2014 ulcere Cutanee palazzo dei Congressi – Marzo

 

AIUC Associazione Italiana Uòcere Cutanee

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Statistiche di accesso

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.perimed.it/%20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elenco delle aziende operanti nel campo della guarigione delle ulcere, nella Angiogenesi , commercializzanti pO2 transcutanea (sinonimo di ossimetria transcutanea) che abbiano qualsiasi punto di contatto con il monitoraggio della perfusione dei tessuti, che utilizzino flussimetria o flussometria laser Doppler , misurazione della pressione all’alluce misurazione della pressione all’alluce , inoltre la perfusione tessutale e la tcpo2 , la tecnica di imaging in cosmetologia è importante per la validazione , smith and nephew ,  ma posso scrivere smith & nephew , concorrente di convatec e di johnson & johnson , molnlicke , mentre microlab è un piccola azienda di Padova specializzata in fotopletismografia , misurazione di abi , tbi cioè l’indice di pressione caviglia braccio oppure alluce braccio è meglio parlare di caviglia-braccio piuttosto che alluce-braccio , la ossimetria transcutanea è la metodica standard in quanto viene chiamata “ossimetria transcutanea” altro distributore di elettrodi Radiometer è De Mori.

L’aggiunta de termine ossimetro transcutaneo viene effettuata per agevolare la ricerca della tcpO2, aiuc associazione italiana per lo studio delle ulcere cutanee, non viene effettuata acluna forma di controllo strumentale del processo di guarigione delle ferite, aspetto estremamente negativo della Evidence based medicine, la medicina basata sull’evidenza in base alla quale basta che il paziente stia bene e per il resto lasciamo fare ai ricercatori.

Ma vogliamo capire qualcosa in più oppure se la tcpO2 è bassa amputazione anche se con variazione postirale aumento del 20% buona risposta al test termico con iperemia anche reattiva post occlusiva O2 challenge VAR riflesso veno arteriolare SpO2 o SaO2 o SO2 non c’entrano nulla con la situazione tessutale, ma ancora tutto ciò si ignora, persino le linee guida TASC vengono utilizzate per “coprirsi le spalle e non per capire meglio e meglio documentare.

Let’s talk about Tcpo2  tcpco2 , called in the USA tcom , used for wound healing , in italiano it is called guarigione ferite difficili, o anche guarigione delle ulcere lesioni ustioni,  ferite difficili,  problem wound . 

Lo studio della funzione endoteliale,  di  ischemia ed ipossia,  del fenomeno di raynaud e della sclerodermia,  in reumatologia,  in iperbarica,  hyperbaric oxygen lo studio della  iperemia reattiva combinato con la misurazione della pressione all'alluce lo studio del var riflesso veno-arteriolare  and of the post occlusive reactive hypermia

Insistiamo su Post occlusiva e riflesso veno arteriolare , qui a Milano in lombardia , Italia ci sono molte aziende di elettromedicali , su internet usando google si trovano molti siti medici o di apparecchiature , la  ricerca medica e la abbondanza di siti medici che parlano per attirare utenti di congressi medici e società come siapav , come società di diabetologia , valutazione di ustioni  e anche xxx yyy arteriopatie , pressione all’alluce, dermatologia imaging skin perfusion melanoma fototerapia dinamica capillaroscopia vcso ed anche finger systolic pressare aiuc a.i.u.c. associazione italiana ulcere cutanee congresso , ecco alcuni nomi: de mori , radiometer , tina ,  moor , Oxford , speckle , termografia , thermography : parole chiave che possoo essere utili a capire, ad attirare l’attenzione, a confrontare, a scegliere il meglio.

Pressione all'alluce e pressione di perfusione, uso della po2 transcutanea in medicina iperbarica , I mean in hyperbaric the use of tcom tcpo2 durante OTI called in english HBO (hyperbaric oxygen) e di angiogenesys ?

 

Elenco delle aziende operanti nel campo della guarigione delle ulcere, nella Angiogenesi , commercializzanti pO2 transcutanea (sinonimo di ossimetria transcutanea) che abbiano qualsiasi punto di contatto con il monitoraggio della perfusione dei tessuti, che utilizzino flussimetria o flussometria laser Doppler , misurazione della pressione all’alluce misurazione della pressione all’alluce , inoltre la perfusione tessutale e la tcpo2 , la tecnica di imaging in cosmetologia è importante per la validazione , smith and nephew ,  ma posso scrivere smith & nephew , concorrente di convatec e di johnson & johnson , molnlicke , mentre microlab è un piccola azienda di Padova specializzata in fotopletismografia , misurazione di abi , tbi cioè l’indice di pressione caviglia braccio oppure alluce braccio è meglio parlare di caviglia-braccio piuttosto che alluce-braccio , la ossimetria transcutanea è la metodica standard in quanto viene chiamata “ossimetria transcutanea” altro distributore di elettrodi Radiometer è De Mori.

Il congresso 2009 della società italiana di chirurgia maxillo facciale (SICMF) si terrà a Torino : Torino, 10-13 giugno 2009
XVI Congresso Nazionale - Società Italiana Chirurgia Maxillo-Facciale
Presidente: Prof. Sid Berrone
Informazioni: www.sicmftorino2009.it  tra gli argomenti l’uso del laser Doppler nel monitoraggio post-operatorio dei lembi microchirurgici

Il congresso 2009 della società italiana di otorinolaringoiatria e chirurgia cervico-facciale (cervico facciale) si terrà a Rimni: 13-14-15-16 maggio 2009

96° Congresso Nazionale SIO

L’uso del doppler impiantabile nel monitoraggio dei lembi

Use of implantable Doppler and microdialysis in free flaps monitoring

Si parla del Licox Recon come del Sistema Ideale. Qual è il costo del sensore? Perché sprecare denaro pubblico quando con una sonda laser Doppler PeriFlux risterilizzabile si ottengono gli stessi risultati? Qual è il prezzo delle sonde Licox in Italia, e qual è in USA e in Germania? Prima di decidere, è consigliabile documentarsi.

L’aggiunta de termine ossimetro transcutaneo viene effettuata per agevolare la ricerca della tcpO2, aiuc associazione italiana per lo studio delle ulcere cutanee, non viene effettuata acluna forma di controllo strumentale del processo di guarigione delle ferite, aspetto estremamente negativo della Evidence based medicine, la medicina basata sull’evidenza in base alla quale basta che il paziente stia bene e per il resto lasciamo fare ai ricercatori.

Ma vogliamo capire qualcosa in più oppure se la tcpO2 è bassa amputazione anche se con variazione postirale aumento del 20% buona risposta al test termico con iperemia anche reattiva post occlusiva O2 challenge VAR riflesso veno arteriolare SpO2 o SaO2 o SO2 non c’entrano nulla con la situazione tessutale, ma ancora tutto ciò si ignora, persino le linee guida TASC vengono utilizzate per “coprirsi le spalle e non per capire meglio e meglio documentare.

Let’s talk about Tcpo2  tcpco2 , called in the USA tcom , used for wound healing , in italiano it is called guarigione ferite difficili, o anche guarigione delle ulcere lesioni ustioni,  ferite difficili,  problem wound . 

Lo studio della funzione endoteliale,  di  ischemia ed ipossia,  del fenomeno di raynaud e della sclerodermia,  in reumatologia,  in iperbarica,  hyperbaric oxygen lo studio della  iperemia reattiva combinato con la misurazione della pressione all'alluce lo studio del var riflesso veno-arteriolare  and of the post occlusive reactive hypermia.

Endothelial function can be evaluated using som commercially available instruments, like Endopat by Itamar or Vendys by Endothelix. Our Periflux System 5000 does all these instruments can do, and much more, at a lower cost, with just a few consumables.

Insistiamo su Post occlusiva e riflesso veno arteriolare , qui a Milano in lombardia , Italia ci sono molte aziende di elettromedicali , su internet usando google si trovano molti siti medici o di apparecchiature , la  ricerca medica e la abbondanza di siti medici che parlano per attirare utenti di congressi medici e società come siapav , come società di diabetologia , valutazione di ustioni  e anche xxx yyy arteriopatie , pressione all’alluce, dermatologia imaging skin perfusion melanoma fototerapia dinamica capillaroscopia vcso ed anche finger systolic pressure aiuc a.i.u.c. associazione italiana ulcere cutanee congresso , ecco alcuni nomi: de mori , radiometer , tina ,  moor , Oxford , speckle , termografia , thermography : parole chiave che possono essere utili a capire, ad attirare l’attenzione, a confrontare, a scegliere il meglio.

Pressione all'alluce e pressione di perfusione, uso della po2 transcutanea in medicina iperbarica , I mean in hyperbaric the use of tcom tcpo2 durante OTI called in english HBO (hyperbaric oxygen) e di angiogenesys ?

Recentemente cercando su internet i lavori pubblicati nell’ambito della ricerca su ischemia, riperfusione e angiogenesis, I have found a couple of papers on which in the “material and methodsparagraph the author mentions the laser Doppler Transonic, in some others tha laser Doppler Advance. The laser Doppler TSI is not too much mentioned in the research field. Well, io conosco bene questi autori, e so che non utilizzano un laser Doppler Transonic o un laser Doppler Advance, ma una nostra apparecchiatura PeriFlux. E, sia chiaro, neppure un laser Doppler TSI .

In rheumatology the study of endothelium disfuncion by measuring FMD (Flow Mediated Dilation) is an important task for understanding. The dilation of the brachial artery after occlusion.

Application of aceticholine (ACH) intra arterial is a bit more complicated than non invasive iontophoretic application with laser Doppler. With laser Doppler, endothelial dysfunction can be evaluated in different ways: post-occlusive reactive hyperemia, response to local heating at 44 °C, iontophosesis with ACH or sodium nitroprusside.

Il nitroprussiato di sodio e l’acetilcolina sono le sostanze più frequentemente usate per l’applicazione con ionoforesi e laser doppler, per la valutazione della funzionalità endoteliale (o disfunzione endoteliale).

Il laser speckle imaging potrebbe trovare interessanti applicazioni.

Non parteciperemo al congresso siapav 2009 a roma. La partecipazione ai congressi in ambito vascolare.

Monitoring flap perfusion is an important task after long surgical procedures.

 

 

FINE